Le nuove disposizioni sul lavoro occasionale, ex voucher

Vi segnaliamo le nuove disposizioni che andranno in vigore appena verrà pubblicato in Gazzetta il DL approvato stamane in Senato sul lavoro occasionale.

Aboliti i voucher con il DL n.25/2017 prenderà corpo il contratto per prestazione occasionale. Questo nuovo modo di gestire il lavoro occasionale, si differenzia notevolmente dai vecchi voucher.

Nella tabella che segue, cercheremo di darvi le nuove disposizioni normative mettendole a confronto con la vecchia disciplina dei voucher.

 

 

VOUCHER

CONTRATTO PER PRESTAZIONE OCCASIONALE

Chi può usarlo

Tutti.

Aziende, professionisti, Pubblica Amministrazione.

Chi può riceverlo

Tutti.

Tutti, purché il lavoratore non abbia cessato da meno di 6 mesi un rapporto subordinato o CO.CO.CO. con l’azienda.

Chi o cosa è escluso

Appalti di opere o servizi.

Imprese edili e affini, appalti di opere o servizi, aziende con più di 5 addetti a tempo indeterminato.

Attività ammesse

Tutte.

Tutte. Alcune limitazioni nelle Pubbliche Amministrazione; particolarità per l’agricoltura.

Compenso orario

€ 10 di cui € 7.50 al lavoratore.

€ 9.00 al lavoratore tramite l’INPS. Ulteriori contribuzioni: INPS 33% e INAIL 3.5%.

Come si incassa

Poste, tabaccai, INPS.

Entro il 15 del mese successivo l’INPS erogherà il compenso al lavoratore direttamente nel suo conto corrente.

Importi massimi e orari

Limite per il lavoratore € 7.000.

Limite per lavoratore con sostegno al reddito € 3.000.

Limite per l’azienda € 2.020 netti.

Limite per il lavoratore € 5.000 (totale committenti).

Limite per l’azienda € 5.000 (totale prestatori).

Azienda e lavoratore € 2.500.

Dove si compra e come si attiva

Rivenditori e banche.

Attivazione tramite SMS o e-mail all’Ispettorato 60 minuti prima dell’inizio della prestazione.

Obbligo di registrazione su apposita piattaforma INPS, sia per il lavoratore che per l’azienda.

L’azienda 60 minuti prima dell’inizio della prestazione comunica via SMS o e-mail all’INPS i dati del lavoratore, il luogo, la data, l’ora di inizio e l’oggetto della prestazione.

 

Vi segnaliamo che per l’azienda vi è il nuovo obbligo di inoltrare all’INPS entro il giorno 3 del mese successivo, un riepilogo delle prestazioni per permettere all’Istituto il corretto pagamento delle prestazioni al lavoratore e per emettere il modello F24 per il pagamento della retribuzione al lavoratore e della contribuzione da parte dell’azienda.

Il lavoratore sarà messo a conoscenza di quanto segnalato dall’azienda, tramite SMS o e-mail direttamente dall’INPS.

Le tutele per quanto concerne l’orario di lavoro, i riposi giornalieri o settimanali e la sicurezza sul luogo di lavoro, sono le stesse in vigore per il lavoratore subordinato.

 

Infine, l’ultima indicazione riguarda la possibilità di annullare la prestazione occasionale entro 3 giorni qualora non avesse avuto luogo. Tale possibilità è consentita con comunicazione via SMS o e-mail all’INPS.

 

In questa informativa, non abbiamo trattato volontariamente la nuova disciplina per le famiglie e i privati che Vi illustreremo prossimamente.

 

Spazio Paghe rimane a disposizione per ogni chiarimento o valutazione specifica sulla Vostra realtà aziendale.

Invitaci nella tua azienda per conoscerci meglio e per discutere delle tue esigenze e problematiche.